Domande frequenti

Un'utile raccolta delle domande che più frequentemente ci vengono sottoposte dai nostri associati e non, corredate da chiare ed esaurienti risposte.

La mia farmacia non ha la linea SISS. Posso inviare comunque la DCR-FUR?

Si, anche in caso di mancanza o disservizi sulla linea SISS di una farmacia, è comunque possibile inviare la DCR-FUR procedendo come di norma all’invio mediante il proprio software gestionale di farmacia.

L’invio avverrà sulla normale rete internet, dato che a differenza del vecchio FUR (non più in funzione dalla fine del 2018), la linea SISS non è più un requisito bloccante per l’invio della DCR-FUR stessa, essendo sufficiente una normale connessione ad Internet mediante ADSL, fibra o altri metodi simili di trasmissione.

Per quanto riguarda la firma invece è necessario disporre di una linea SISS funzionante, dato che per questioni di sicurezza il Portale Unico della Farmaceutica (PUF) può essere consultato esclusivamente connettendosi mediante linea SISS.
Pertanto in casi di mancanza o disservizi sulla linea SISS, dopo aver inviato un flusso che sia stato accettato e risulti essere in stato VALIDATO, l’unica soluzione è quella di delegare RL/LI alla firma della propria DCR-FUR, inviando mediante PEC una email a luciano.varchetta@ext.ariaspa.it (e in copia a webmaster@federfarmalombardia.it) richiedendo ad esso la firma del proprio flusso DCR-FUR, indicandone esplicitamente il protocollo RL identificativo.
Così facendo RL/LI firmerà il flusso dcr-fur della farmacia e lo stesso verrà accettato per il pagamento.
Come faccio a delegare un centro di tariffazione alla firma della DCR-FUR?

Oltre a delegare un centro di tariffazione all’invio della DCR-FUR, ciascuna farmacia più anche delegare lo stesso centro alla firma della DCR-FUR.

Tale operazione va fatta sul Portale Unico Farmaceutica (PUF) di Regione Lombardia, e consiste nell’indicare nella sezione anagrafica del PUF stesso, il centro di tariffazione desiderato.

Nelle seguenti slide di Lombardia Informatica sono illustrati i passi da seguire.

Come faccio a delegare un centro di tariffazione all’invio della DCR-FUR?

Se la sua farmacia usufruisce dei servizi di un Centro di Tariffazione, in primis va verificato che tale informazione sia indicata sul Portale delle farmacie; in caso contrario va aggiornata l’anagrafica della farmacia sul portale stesso, come mostrato nell’immagine sotto.
Indicare il proprio centro di tariffazione sul Portale delle Farmacie

 

In secondo luogo è necessario rilasciare “delega all’invio“, sul sito del Concentratore Federfarma Lombardia.
Dopo aver fatto l’accesso con le proprie credenziali (quelle usate sia per invio dati 730 che appunto dati DCR-FUR), selezionare dal menu in alto a destra la voce “Centro tariffazione” e quindi nel modulo che appare, cliccare il proprio centro di tariffazione dal menu a tendina ed infine premere il bottone “invia delega”.

Apparirà quindi una pagina simile all’immagine seguente.
Delega all'invio DCR-FUR da parte di un centro di tariffazione

Fatte queste due veloci operazioni, il Centro di Tariffazione è ora abilitato ad inviare la DCR-FUR al posto della sua farmacia.

Come posso attivare la FEA per la firma degli invii DCR-FUR sul PUF?

La firma elettronica avanzata (FEA) è attivabile in farmacia, seguendo i passi indicati nel manuale allegato.
Manuale attivazione FEA (v4)

Con la nuova DCR-FUR è necessario stampare e consegnare la DCR cartacea?

No, le farmacie che inviano già la nuova DCR-FUR, non devono più stampare la DCR cartecea e conseguentemente nemmeno consegnarla alla propria ATS di competenza.

Regione Lombardia con la circolare 3614/2018 ha precisato che “le farmacie che inviano la DCR-FUR secondo le modalità previste dal progetto non devono consegnare una copia cartacea della DCR all’ATS di competenza, in quanto il documento di riferimento è la DCR-FUR elettronica, disponibile sul PUF, sia alla ATS, sia alla Farmacia inviante. Si rammenta che tale documento elettronico presenta le medesime caratteristiche della DCR cartacea ed è sostitutivo della stessa in quanto firmato digitalmente dal Farmacista; è pertanto l’unico documento in base al quale avviene la liquidazione delle spettanze”.

Circolare Regione Lombardia 3614 del 2018

Come si firma il flusso DCR-FUR sul PUF?

Ciascun farmacista autorizzato, può firmare FEA (Firma Elettronica Avanzata) un flusso DCR-FUR sul portale farmaceutico PUF in pochi e semplici passaggi, come mostrato nel video che segue.

Dopo aver attivato la FEA, posso accedere subito al PUF?

No, dopo aver attivato la FEA, occorrerà aspettare 48 ore prima accedere al PUF.

In caso di eventuali problemi di accesso al PUF dopo il suddetto termine, andrà inviata una mail a farma@lispa.it o contattato telefonicamente il supporto regionale al numero 02/5357.690702/5357.6996.

A chi devo chiedere le modifiche dell’anagrafica della farmacia che compare sul PUF?

Eventuali modifiche dell’anagrafica della farmacia che compare sul PUF devono essere richieste alla rispettiva ATS.

E’ possibile contattare direttamente l’ATS inviando una e-mail mediante apposita funzione presente sul PUF stesso, oppure recandosi presso la propria ATS.

In alternativa inviare una mail a farma@lispa.it o contattare telefonicamente il supporto regionale al numero 02/5357.6907 o 02/5357.6996.

Quante volte devo attivare la FEA?

L’attivazione della FEA è una operazione una tantum; non va pertanto attivata dalle farmacie che vi hanno già provveduto in precedenza.

Quando devo attivare la FEA?

La FEA va attivata obbligatoriamente in prossimità dell’allargamento alla propria provincia della DCR-FUR, ferma restando comunque la possibilità di attivarla anche alcune settimane prima.

Di seguito il piano di deploy condiviso fra Federfarma Lombardia, Regione Lombardia e le Software House, che terminerà con il passaggio di tutte le farmacie lombarde alla nuova DCR-FUR, ad ottobre contabile 2018.

Piano di rilascio della DCR-FUR suddiviso per mese di attivazione e provincia

Filtri
  • Reset